una giornata bella

una giornata bella . Ingredienti: raccontare a giovani volti non spenti di isole, di libertà, di parole come cura, pazienza e umiltà(insomma, come al solito, parlar di giardini), un panino per strada con figlia, la grazia di un’arpa e di una gonna coi fiori dipinti, la benedizione del monaco tibetano , il mala al collo e le preghiere al vento.

  1. gianni d.a. |

    Giusto: anche il male al collo (o la tosse, o il ginocchio gonfio) serve per far bella la giornata. Se non ci fosse nemmeno un difettuccio sarebbe una giornata felice come quelle della pubblicità e risulterebbe finta

    • vero, anche se parlavo di mala, una collana tibetana da meditazione…e che comunque gli acciacchetti non ce li facciamo mai mancare.